PIAZZA AFFARI: MIB30 ROMPE SUPPORTO 38.000 PUNTI

14 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il Mib30 ha rotto il supporto dei 38.000 punti e ora si muove a quota 37.971: “è stato rotto un importantissimo supporto – spiega a Wall Street Italia Cristina Peccati, analista tecnica di Centrosim – potrebbe essere una cosa circoscritta a un momento della giornata; l’importante è che non chiuda al di sotto dei 38.000. A quel punto potrebbe arrivare molto velocemente in area 36.800”.

L’analista tiene d’occhio il Nasdaq: “sarebbe un segnale molto negativo se il tabellone elettronico americano rompesse quota 2060”, dice.

Il problema, secondo Peccati, sta non solo nel momento di debolezza generalizzata per i mercati internazionali, ma nella natura stessa del nostro listino: “abbiamo poca varietà di titoli – spiega – quasi non esistono farmaceutici, praticamente nessun titolo del settore alimentare, nessun cementifero nel Mib30, solo ENI tra i petroliferi, pochissimi energetici, con ENEL che per di più è stato penalizzato dal suo ingresso nella telefonia”.

In queste condizioni, afferma l’analista, “non solo noi abbiamo sottoperformato rispetto all’Europa, ma quando il mercato ha cominciato a vendere i titoli finanziari, e noi abbiamo quasi esclusivamente finanziari, siamo andati giù più degli altri”.