Piazza Affari in sospeso con banche in attesa test

23 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Clima attendista a Piazza Affari nel giorno della pubblicazione dell’esito degli stress sulle banche europee. Migliora invece il panorama nel Vecchio Continente grazie soprattutto alle indicazioni positive giunte dall’indice IFO, considerato importante barometro dell’industria tedesca. Segnali incoraggianti giungono anche dai derivati statunitensi, che lasciano presagire una partenza al rialzo per Wall Street, più tardi, in una giornata povera di spunti macroecomici ma ricca ancora di trimestrali. In particolare Ford, McDonald’s e Honeywell. Sul mercato valutario, euro in accelerata risale sopra quota 1,29 dollari grazie alla buona lettura dell’indice IFO tedesco. L’indicatore anticipatore della situazione degli affari in Germania ed Europa è salito ben oltre le attese degli analisti. Resta tuttavia alta la tensione per l’esito degli stress test sulle banche europee. Tra gli altri cross, va segnalato il balzo della sterlina grazie al miglioramento dei fondamentali dell’economia britannica. La crescita del Regno Unito ha accelerato sensibilmente nel secondo trimestre dell’anno, stando ai dati preliminari, attestandosi all’1,1% contro lo 0,3% del trimestre precedente e lo 0,6% atteso dagli economisti. Tra gli indici milanesi, il FTSE IT All-Share segna un ribasso dello 0,35% mentre il FTSE MIB perde lo 0,36%. Frazionale la discesa del FTSE Mid Cap che arretra dello 0,25% e del FTSE STAR con un decremento dello 0.22%. Ancora in calo STM frenata da Ericsson e che non riesce a beneficiare dei risultati trimestrali con un ritorno all’utile ed un buon outlook sulle vendite. Si rimette in marcia la Fiat dopo qualche presa di profitto iniziale. Restano in tensione le banche in vista dei risultati degli stress test. Tra petroliferi deboli si sgonfia Edison nel giorno della semestrale. Dimessa Telecom a fronte del recupero mostrato invece dall’intero comparto tlc europeo, galvanizzato dai risultati molto positivi presentati oggi dalla britannica Vodafone. Sul completo, prosegue il rimbalzo di Risanamento che presenterà una richiesta di riesame del provvedimento di sequestro preventivo dell’area di Santa Giulia per poter conoscere e valutare gli atti processuali.