Piazza Affari, i titoli da comprare e shortare

22 Febbraio 2016, di Daniele Chicca

MILANO (WSI) – Grazie al grande rimbalzo dell’inizio della settimana scorsa, l’indice azionario italiano di Piazza Affari è riuscito a interrompere una striscia negativa di sette settimane consecutive.

I segnali di reazione sona ancora timidi tuttavia. Non bisogna infatti dimenticare che siamo in un trend ribassista in quanto il mercato dei titoli azionari ha ritracciato del 30% dai massimi toccati il 20 luglio dell’anno scorso in area 24.000 punti.

Dal punto di vista tecnico, come segnalano gli analisti di Sos Trader, il Ftse Mib ha disegnato una black spenning top che archivia la terza seduta negativa nelle ultime 4.

In questo contesto – dice Pietro di Lorenzo – “la strategia più corretta è quella di alleggerire le posizioni Long sui rialzi evitando naturalmente di mediare al ribasso i prezzi dei titoli detenuti in portafoglio. Graficamente i livelli chiave da monitorare sono 15.800 punti e 17.600: solo il superamento di quest’ultimo livello aprirebbe un più ampio movimento ascendente verso il target in area 19.200”.

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, i graficisti segnalano:

Mediaset, che si è resta protagonista di una “esplosione dei volumi” sulla scia delle indiscrezioni di una offerta di Vivendi. “Attendiamo una chiusura superiore a 3.3€ per valutare un Buy”.

Volumi importanti anche su Prysmian (i più elevati dal 5 Novembre) che disegna un interessante Engulfing Bullish in vista della pubblicazione dei risultati prevista per mercoledì.

“I prezzi testano per il secondo giorno consecutivo la resistenza psicologica rappresentata dai 18€. Il superamento di questo livello, potrebbe calamitare nuovi acquirenti”.

Tod’s, dopo aver realizzato un interessante doppio minimo in area 65€, mostra crescente forza relativa. “Il superamento della resistenza statica e dinamica passante in area 71.3€ fornirà un interessante segnale di inversione”.

Buona forza mostra anche Poste Italiane che prosegue il recupero dal minimo toccato il 9 febbraio a 4.982€, apprezzandosi del 18% da quel livello. “Il superamento di 6€ potrebbe innescare una ulteriore accelerazione”.

Rcs, in attesa della pubblicazione dei risultati prevista per lunedì, “disegna una white closing Marubozu che esplode nella volatilità. I prezzi disegnano un interessante 1-2-3 Low: il completamento del pattern (con il superamento di 0.57€) fornirà un interessante segnale di inversione”.