PIAZZA AFFARI: ENI PERDE TERRENO, -2,76%

6 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Eni perde terreno a Piazza Affari: -2,76% a 6,6 euro. Ieri il ministro del Tesoro Vincenzo Visco ha detto che entro i primi mesi del 2001 sarà collocata sul mercato una quota in mano al governo pari al 5%.

Il Tesoro attualmente detiene il 35,33% della società.

Il titolo soffre anche per il calo del prezzo del petrolio, in linea con le altre Compagnie petrolifere in Europa.

L’analista di una primaria Sim spiega che il Brent e’ ai minimi da quattro mesi a questa parte sull’ipotesi di accordo tra Onu e Iraq per una nuova tranche di oil for food. Di conseguenza, nella prospettiva di uno sblocco dell’export, si nota una certa speculazione .