PIAZZA AFFARI E’ SBOCCIATA A META’ SEDUTA

27 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari è sbocciata nel corso della seduta dopo un avvio in negativo: ora tutti i principali indici sono in crescita mentre i rialzi interessano per lo più i titoli telefonici, gli editoriali, il risparmio gestito.

“Il mercato prova a consolidare il rimbalzo di ieri e di venerdì scorso ed è aiutato in questo dal clima di ripresa che si respira nel resto d’Europa”, nota il trader di una sala operativa. I principali indici delle borse europee infatti sono positivi e tutti i mercati restano in attesa non solo dei dati macro-economici USA previsti per le prossime ore (fiducia dei consumatori a marzo e beni durevoli a febbraio), ma soprattutto del discorso del presidente della Federal Reserve, Alan Greenspan, in tema di politica monetaria. (Vedi Borse UE tranquille aspettando Wall Street).

In questo momento in Italia l’indice Mibtel segna +0,92%, il Mib30 +1,01%, il Midex +1,17%; solo il Numtel è ancora negativo, ma è in forte recupero rispetto all’apertura. Ora segna -0,76%.

Tra i titoli che si stanno muovendo di più ci sono i telefonici. Grande attività su Olivetti (+2,72% a €2,15), al centro di numerose voci di mercato sull’ingresso di nuovi partner (Vedi sezione RUMORS

che si trova sul menu in cima alla pagina).

In rialzo anche Telecom Italia (+1,16% a €11,39) e TIM (+1,27% a €7,39), mentre cresce meno un altro titolo della galassia di Roberto Colaninno: Seat prende infatti lo 0,23% a €1,31.

Tanto per restare in tema di editoriali, tema aperto con Seat, il mercato compra con convinzione Espresso (+1,74% a €6,39) e Mediaset (+0,77% a €10,44). La conferma che la crescita interessa tutto il comparto viene dall’apprezzamento, sul Midex, anche di Mondadori, +1,50% a €10.

Un altro settore che fa scintille è quello del risparmio gestito. Non è di soli rumors che si nutre il rialzo di Bipop Carire(+0,55% a €5,51), ora ridimensionato rispetto all’avvio; di fatto, tutto il comparto è in crescita: “sta provando a recuperare – osserva l’operatore di una Sim milanese – tutti i punti perduti nelle ultime settimane”. In crescita anche Fideuram (+2,61% a €11,15). (Vedi sezione RUMORS

che si trova sul menu in cima alla pagina) e (Vedi Piazza Affari: Bipop Carire protagonista)

Il listino oggi è sostenuto anche da Eni, in crescita del 2,11% a €6,96 sulla scia della notizia dei tagli dei costi per €2 miliardi entro il 2003. Nessuna tensione in vista del consiglio di amministrazione che oggi esamina i conti del 2000 già ampiamente anticipati.

Uno dei pochi titoli che stanno perdendo quota oggi è STMicroelectronics (-0,41% a €41,55), sulla scia dell’incertezza che avvolge il settore dei semiconduttori in America a causa della delicata situazione economica e dei rischi cui vanno incontro i produttori di personal computer. Il titolo della società italo-francese è sensibile nonostante la società si sia diversificata coprendo non solo il mercato dei pc ma anche quello delle fotocopiatrici, delle stampanti, dei telefonini. (Vedi Piazza Affari: su STM forti prese di beneficio).

Sul Nuovo Mercato Tiscali è in calo dello 0,68% a €15,30 sulla scia della notizia diffusa ieri di nuovi acquisti in Germania e in Gran Bretagna. In recupero, invece, Bb Biosearch (+0,74% a €25,88) dopo le forti flessioni delle scorse settimane, e D.mail (+3,23% a €16,10) che sta espandendo la propria rete di negozi.