PIAZZA AFFARI DEBOLE, MIBTEL A +0,17%

3 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Quadro piuttosto debole a Milano, che risente del clima pre-festivo, delle perduranti incertezze sui tassi e della seduta americana che corre fiacca alla vigilia della festa del 4 luglio.

Il mercato sinora era stato sorretto dalle buone prestazioni dei telefonici, saliti sull’onda dei buoni risultati di bilancio fatti segnare da Telecom, che ora perde invece lo 0,18%.

In ribasso pesante Olivetti -2,25% e Tecnost -1,21%.

In leggero rialzo invece Tim a +0,2%. Nella scuderia di Colaninno il denaro è tutto per le Seat in crescita del 4,9%, grazie alle attese per l’ok dell’Antitrust e di quella per le telecomunicazioni alla fusione con Tin.it.

In recupero oggi Bipop Carire (+3,37%), dopo i cali successivi all’acquisto della tedesca Entrium.

Bene Mediaset (+3,26%) e gli editoriali: Class Editori +2,58%, Mondadori +1,85%. Vanno giù L’Espresso -0,48% e Caltagirone -3,26%.

Al Nuovo Mercato prosegue lo sprint di Tiscali +6,84%, Tas +6,1%, e Gandalf +4,69%. Colpiti dalle vendite le ultime matricole come Dada -5,67% e Mondo Tv -5,43%.

Salgono le utilities: Aem +1,87% e Acea a +1,85%.

Prese di beneficio su Mediobanca oggi in calo del 2,34%.

Il Mibtel al momento cresce dello 0,17% e il Mib 30 dello 0,20%.