Piazza Affari, cosa comprare e vendere oggi

16 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – La borsa di Milano archivia la settimana in ribasso: FTSE Italia All-Share (Variazione ultimi 5 giorni -0.756%  Variazione ultimo anno +37.278%) FTSE MIB  (Variazione ultimi 5 giorni -0.557%  Variazione ultimo anno +37.537%)  FTSE Italia STAR (Variazione ultimi 5 giorni -1.361%  Variazione ultimo anno +51.543%). Fra i titoli maggiori si mettono in evidenza: Mps (+18.4%) Saipem (+4.28%) Eni (+2.73%) Enel (+1.92%) Buzzi (+0.68%).  In rosso invece: Pop Milano (-6.46%) Moncler (-6.37%) Pop Emilia (-4.82%) Banco Pop  (-4.73%) IntesaSanPaolo  (-4.44%) I 5 titoli del Footse Mib con maggiori rialzi da inizio anno sono: Banca Pop Milano +69,39%  Banca Monte Paschi Siena +66,32%  Ubi Banca +43,94% Intesa Sanpaolo +39,13% Enel +37,05%. I titoli più deboli: Yoox -34,94%  Salvatore Ferragamo -24,77%  Moncler -22,72% Tod’S -19,93% Gtech -11,28%.

Passando ad un quadro tecnico del mercato, il FTSE MIB disegna una doji candle che realizza un pull back in area 22.000. L’indice consolida sui massimi dopo il violento rally delle ultime 3 settimane, scaricando gli eccessi presenti su alcuni titoli. 

Il Focus del mercato si è spostato dagli effetti delle manovre della Bce alle tensioni geopolitiche che si respirano in Iraq che spingono al rialzo i prezzi del petrolio oltre i 115$ sui massimi degli ultimi 9 mesei. Nelle prossime sedute questo potrebbe essere il tema caldo e dunque teniamo nel mirino i titoli il cui andamento è condizionato da quello del petrolio.

Operativamente riteniamo sia possibile acquistare a prezzi ancora più bassi e dunque attendiamo pazientemente che la correzione abbia fine per rientrare.

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo: ENI disegna una white opening Marubozu che tocca i massimi da Settembre 2008. Il superamento di area 19.65€ potrebbe calamitare nuovi acquirenti.

FINMECCANICA mostra crescente forza relativa (apprezzandosi dell’8% nelle ultime 8 sedute) disegnando una sorta di testa e spalle rovesciato. Il completamento del pattern (con  una chiusura superiore a 6.7€) fornirà un solido segnale rialzista.

UNICREDIT potrebbe rientrare al centro dell’interesse del mercato in vista della Ipo di FINECO (dal 16 al 26 Giugno). I prezzi consolidano in prossimità della resistenza in area 6.88€, il cui superamento potrebbe aprire il campo a un nuovo allungo.

BUZZI UNICEM disegna un Hanging Man con volumi che riporta i prezzi a contatto con l’importante resistenza passante in area 13.45€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale rialzista

ITALCEMENTI rimbalza sulla media esponenziale a 200 periodi e disegna un Key Reversal, un pattern con implicazioni rialziste tanto inconsueto quanto potente. Possibile assistere a una ulteriore reazione degli acquirenti da questi livelli