PIAZZA AFFARI CHIUDE PESANTE SULLA SCIA DEL NASDAQ

26 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La seduta di Milano si chiude con il Mibtel a -1,09%, il Mib30 a -1,18% e il Midex a -0,44%. In una giornata senza spunti ha pesato il forte calo dell’indice tecnologico americano.

In rosso la scuderia Colaninno che ha annullato nel pomeriggio i rialzi fatti segnare nella mattinata: Tim -3,02%, Telecom -1,8%, Olivetti -0,84% e Tecnost -0,68%. In profondo rosso anche Seat che chiude in calo del 2,03%. Per domani è atteso il parere dell’Antitrust per la fusione con Tin.it.

Tra le Blue Chip pochi segni positivi e tanti negativi. Tra i più pesanti: Aem -2,83%, Autostrade -2,86%, Bnl -2,06%, Fideuram -2,29%. Tra gl industriali perdono sia Eni (-0,94%) che Fiat (-1,02%) malgrado i confortanti dati diffusi ieri.

Pochi segni positivi anche sul Nuovo Mercato: Euphon +0,82% e Txt +0,09%. In discesa troviamo Chl -2,09%, Gandalf -1,87%, I.Net -1,82%, Dada -1,71% e Tiscali -1,43%.

Regina della seduta anche oggi è stata Aeroporto di Firenze che dopo varie sospensioni per eccesso di rialzo, ha chiuso con un incremento del 25% a 27,6 euro (un euro vale 1936,27 lire). Il titolo dal giorno del debutto in borsa ha guadagnato oltre il 235%.

In gran spolvero anche Esaote Biomedica. Sul finale il titolo prende il 14,82% a 4,37 euro.