PIAZZA AFFARI CHIUDE BENE SULLE PAROLE DI BLIX

14 Febbraio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso poco sotto i massimi una seduta che si è rivitalizzata solo nell’ultima ora di contrattazioni. Sono state infatti le parole del capo degli ispettori Onu, Hans Blix, a dare la stura ai mercati: “Non abbiamo riscontrato nessuna evidenza che l’Iraq fosse a conoscenza a priori delle ispezioni” ha detto Blix allontanando almeno parzialmente i tempi di un possibile conflitto. Blix ha quindi concesso all’Iraq ulteriore tempo per mostrare il suo disarmo mostrandosi cautamente fiducioso sui passi avanti verso la cooperazione mostrati di recente dal Paese.

Milano, come il resto d’Europa e gli Usa, hanno subito sterzato in denaro e portato in alto i listini dopo che l’America era partita debole così come si trovava Piazza Affari al giro di metà giornata rispetto all’apertura positiva.

Il mercato fino alle 16:00 ingessato con pochi scambi, pochi volumi e nessuna voglia di esporsi ha messo a segno un buon rush finale

Sul Mib30 alla fine troviamo pochi titoli in negativo e alcuni di questi legati alla scuderia Telecom.

La debacle dei titoli delle telecomunicazioni è stata infatti evidente.

Nel Telecom day, nel giorno cioè in cui il gruppo ha incontrato la comunità finanziaria, sia Telecom Italia che Olivetti e Seat Pagine Gialle hanno chiuso con il segno meno.

Il mercato ha accolto male le dichiarazioni del gruppo. Secondo le voci raccolte da Wall Street Italia nelle sale operative, sarebbero in atto degli switch tra Olivetti e Telecom, vittime di opposte convinzioni da parte degli investitori.

Si è invece salvata Tim che come le sorelle di filiera ha presentato le prospettive di crescita per il prossimo triennio.

Ottimo e prepotente rimbalzo degli assicurativi. Fin dall’avvio Generali ha brillato sul listino; bene anche Alleanza. Entrambi i titoli avrebbero un’unica ragione di crescere secondo i rumor di mercato .

Tra gli industriali , debole Fiat, mentre ha corso Finmeccanica. Le due società potrebbero trovare una soluzione comune per Fiat Avio che però piace anche a una azienda transalpina.

Denaro sull’industriale tecnologico per eccellenza, e cioè Stmicroelectronics che si è messa sulla scia di Nvidia (NVDA – Nasdaq),.

Tra i titoli in calo figura Mediaset colpito dalle previsioni sul mercato pubblicitario.

I bancari si sono mossi di buon passo così come il risparmio gestito. Tra i migliori MPS, Intesa e Bnl .

Tra gli energetici è cresciuta Enel, anche sulla scia dell’accordo con British Gas. in denaro anche Eni.

Tra le voci raccolte nelle sale operative, c’è quella di un bond trentennale che sarà lanciato da Parmalat.

Sul Nuovo Mercato Tiscali ha ciuso in rialzo, ma ancora parecchio lontana dal target di prezzo indicato da Ubm.

E andata meglio a Freedomland, ma anche a I.Net e Data Service .

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana