PIAZZA AFFARI: BALZO PETROLIFERI, ENI BRINDA AL BILANCIO

12 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Titoli petroliferi in fiamme anche oggi a Piazza Affari, in linea con l’andamento tonico evidenziato dall’intero comparto oil a livello europeo. Sul listino milanese, si mette in luce l’Eni con un balzo dell’1,76% a 16,78 euro che ha annunciato stamane, prima della partenza dei mercati, un utile netto adjusted a 5,21 mld nel 2009 e la proposta di un dividendo a 1 euro per azione.

Paolo Scaroni, Amministratore Delegato, ha commentato così i conti: “Il 2009 è stato un anno difficile per il nostro settore. In questo contesto, Eni ha conseguito risultati superiori alle aspettative, tra i migliori dell’industria, e ha posto le basi per la sua crescita futura. Il 2010 sarà un altro anno difficile. Eni, grazie al suo eccellente posizionamento strategico, continuerà a generare buoni risultati e a creare valore per gli azionisti.”

Tra gli altri player del settore, fa bene anche Saipem (+0,28%) che segue la scia positiva di ieri sulla promozione di vari broker ed i risultati positivi annunciati la vigilia, che hanno evidenziato un utile netto adjusted 2009 di 732 milioni. Sugli scudi Tenaris che sale dello 049% a 16,29 euro.

Riguardo agli altri settori, frena il titolo Fiat, dopo una partenza tonica, seguendo l’andamento debole delle altre auto europee, penalizzate dalla brutta performance registrata da Michelin a Parigi. Il gruppo francese di pneumatici, che cede oltre 2 punti percentuali, paga il calo dell’utile e del fatturato nel 2009, trascinandosi dietro anche l’intero settore auto, il cui indice di riferimento DJ Stoxx perde circa l’1%.

Sul Listino milanese, comunque, il calo del Lingotto è contenuto allo 0,50% a 7,965 euro.