Piaggio fa rotta verso i mercati asiatici

26 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Piaggio si dirige verso i mercati emergenti in particolare Cina e India. Nell’ambito della sua strategia di varcare la soglia nei mercati dove le vendite di scooter vanno più veloci, Piaggio punta portare la Vespa in Cina e raddoppiare la produzione in India. Lo si legge sul Wall Steet Journal da dove Roberto Colaninno, presidente del gruppo toscano evidenzia come la domanda di scooter in Asia aiuterà la Piaggio a compensare il rallentamento nel mercato europeo. Colaninno sottolinea che Piaggio investirà in India 100 mln euro nei prossimi tre anni per raddoppiare la capacità produttiva. Piaggio produrrà una versione speciale della Vespa 125 LX entro la fine del 2012 segnando così il ritorno in India dopo 15 anni di assenza del modello di punta della società. La strategia di Piaggio comprende anche la re-ingegnerizzazione di una nuova linea di camion piccoli e tre ruote “tuk-tuk”, che in India andranno di pari passo von la prodzione di due ruote. li. Si aggiungono le iniziative di ampliamento dell’impianto vietnamita dove si producono le Vespa sia per il mercato locale che per l’esportazione verso Malesia, Indonesia e Filippine. Il gruppo di Pontedera spera in questo modo di compensare la lentezza della crescita di vendite in Europa. Piaggio sta inoltre tentando di entrare in Cina anche se le barriere verso queste economie emergenti sono molto elevate per gli scooter europei che devono combattere contro i rivali asiatici. Piaggio deve competere con marchi gia noti come la giapponese Honda Motor Co. e la Yamaha Motor Co., così come “nazionale costruttori Sucha e in India contro Bajaj Auto Ltd, che sfornano scooter a basso prezzo con pochi” orpelli.