Piaggio estende perdite della vigilia

3 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ancora una giornata di passione per Piaggio, che cede a Milano due punti percentuali e mezzo a 2,535 euro estendendo il pesante calo della vigilia. Il Gruppo non può contare nemmeno sulle statistiche relative alle immatricolazioni di due ruote, scese ad ottobre del 45,8% (calo maggiore dall’inizio dell’anno). Così come nel caso del mercato dell’auto, gli addetti ai lavori non prospettano nulla di buono per i mesi a venire, nonostante oggi riprendano gli incentivi statali per l’acquisto di scooter & Co. Eppure in Piaggio sono tranquilli, riponendo molta fiducia sul nuovissimo Nt3, “una vettura a quattro ruote e tre posti che è un evoluzione dell’Ape, ma che trova l’ispirazione anche nella Vespa”, spiegano da Pontedera. Della nuova vettura si dovranno ancora decidere il mercato di lancio, i target di produzione, il prezzo e il nome, anche se sembra quasi certo che uno dei punti di riferimento sarà l’India. Alla presentazione del nuovo veicolo, avvenuta in occasione del 68° salone internazionale del ciclo e motociclo, ha partecipato anche il presidente della Piaggio India Ravi Chopra, che ha speso parole di lode sull’Nt3 esprimendo un certo ottimismo sulla sua utilità per la mobilità indiana. Tra l’altro ieri Immsi ha venduto a Banca IMI, ai fini di un collocamento presso investitori istituzionali, 5 milioni di azioni ordinarie Piaggio, rappresentanti il 1,345% dell’intero capitale sociale. La quota di partecipazione di Immsi in Piaggio scende così dal 54,393% al 53,048%.