Più corto è il nome, più alto è lo stipendio

9 Maggio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Più corto è il vostro nome di battesimo, maggiori sono le possibilità di assicurarsi uno stipendio alto. E’ quanto evidenzia una ricerca condotta da The Ladders, sito internet americano per la ricerca del lavoro, secondo cui negli Stati Uniti, ogni lettera in più nel nome corrisponde in una riduzione dello stipendio annuo pari a 3.600 dollari.

Quando si parla di Stati Uniti, presentarsi come Bob, Bill o Marc ha i suoi vantaggi. Unica eccezione alla regola è Lawrence. Dall’indagine viene fuori infatti, che otto dei 10 nomi più popolari tra coloro che occupano posizioni di potere hanno cinque lettere o meno. I nomi garanzia di successo sono Bob, Lawrence and Bill.

Una conferma in questa direzione era già arrivata da una ricerca condotta nel 2011 da LinkedIn, che ha riferito che gli amministratori delegati americani hanno spesso nomi brevi, o soprannomi come Peter, Jack e Tony.

Non funziona così in altre parti del mondo dove, invece, nomi più lunghi sono spesso associati a posizioni di successo e, quindi, a stipendi più sostanziosi: in Europa per esempio Wolfgang, Xavier e Charles sono stati tra i nomi più diffusi tra i capitani d’azienda mentre Roberto e Rajiv godono di un’alta popolarità tra i ceo brasiliani e indiani.