Petroplus confuta tutte le accuse di bancarotta fraudolenta in Francia

26 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Petroplus Holdings AG (SIX: PPHN) ha negato oggi tutte le accuse non accompagnate da prove di bancarotta fraudolenta in Francia. All’apertura della giornata lavorativa del 23 gennaio 2012, i bilanci totali sui conti bancari posseduti dall’affiliata francese di Petroplus, Petroplus Marketing France SAS, presso la Deutsche Bank erano di 124 milioni di euro e 59 milioni di dollari. Durante quella giornata Deutsche Bank, uno dei finanziatori nell’ambito dell’accordo sulla linea di credito rinnovabile (“RCF”, Revolving Credit Facility), ha trasferito 122 milioni di euro e $59 milioni di dollari di questo contante che era sui conti vincolati nell’ambito dell’RCF prelevandoli da questi conti. Nessuna entità legale di Petroplus ha mai dato istruzioni per effettuare qualsiasi azione di trasferimento di questi fondi da questi conti francesi. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Petroplus Holdings AGFredrik Olsson+41 (0) 58 580 1244