Perché l’età pensionabile non deve essere aumentata

27 Giugno 2018, di Alessandra Caparello

Nel 2010 abbiamo smesso di invecchiare con implicazioni enormi e forse dovremmo pensare di annullare gli aumenti dell’età pensionabile e non di innalzarla. Così un articolo del Guardian a firma Patrick Collins secondo cui il cambiamento più profondo della vita umana nel corso degli ultimi 100 anni si è arrestato nel 2010.

Cosa significa? Nei decenni precedenti, la speranza di vita in Gran Bretagna ha continuato ad aumentare, coinvolgendo tanti settori, dall’edilizia abitativa alla sanità fino alle pensioni. Da qui l’esigenza di recuperare maggiori risorse da destinare al Servizio Sanitario Nazionale. Ed è per questo che l’età pensionabile  è salita e come effetto a catena, potrebbe essere anche la ragione per cui i prezzi delle case sono così alti visto che le persone ci vivono dentro più a lungo.

Ma il grande balzo in avanti nella longevità si è fermato. Secondo un’analisi dellUfficio nazionale di statistica inglese (ONS), la tendenza alla longevità si è arrestata nel 2010 e da allora si è appiattita.

“Un significativo rallentamento nel miglioramento si è verificato durante i primi anni del 2010 in Inghilterra. Tra il 2011 e il 2013 e tra il 2014 e il 2016, solo 26 enti locali hanno registrato un aumento statisticamente significativo della speranza di vita per gli uomini e solo 17 hanno mostrato un miglioramento per le donne. A fronte di 203 e 128 enti locali, rispettivamente, che hanno registrato un aumento significativo nello stesso periodo di 10 anni prima”.

Un’affermazione che ha enormi implicazioni finanziarie, non da ultimo per le pensioni. Se in un certo senso la speranza di vita si è arrestato nonnha senso aumentare l’età pensionabile.

“Le società di previdenza informano costantemente i risparmiatori che devono pianificare un pensionamento di 25 anni o più. Forse si sbagliano su questo punto. Solo un anno fa, l’agenzia governativa ha suggerito un aumento dell‘età pensionabile a 70 anni per chiunque ora abbia 30 anni o meno. Si sbagliano anche su questo? Forse ora dovremmo pensare di eliminare gli aumenti dell’età pensionabile, non di innalzarla ulteriormente”.