Pensioni dicembre: il calendario dei pagamenti. Assegno più ricco con la tredicesima

4 Novembre 2021, di Alessandra Caparello

Anche nel mese di dicembre le pensioni negli uffici postali saranno pagate in anticipo rispettando le regole anti Covid introdotte da mesi e inoltre sarà pagata la tredicesima 2021.

Dal prossimo 25 novembre gli italiani potranno ritirare i soldi spettanti allo sportello delle poste, mentre chi riceve la pensione per accredito su conto corrente dovrà attendere il primo dicembre.

Pagamento pensioni: calendario dicembre 2021

In attesa di comunicazioni ufficiali, anche per le pensioni di dicembre (su cui i pensionati riceveranno anche la tredicesima), si prevede un calendario differito considerando che lo stato di emergenza sanitaria da Covid-19 è in vigore, per adesso, fino al 31 dicembre 2021.

La pensione di dicembre 2021 potrebbe seguire un calendario che prevede la suddivisione delle erogazioni in cinque o sei giorni, sulla base delle iniziali dei cognomi. I giorni ipotetici potrebbero essere i seguenti, ma si attende la comunicazione ufficiale INPS per averne certezza:

  • giovedì, 25 novembre 2021;
  • venerdì, 26 novembre 2021;
  • sabato, 27 novembre 2021;
  • lunedì, 29 novembre 2021;
  • martedì, 30 novembre 2021;
  • mercoledì, 1° dicembre 2021.

Chi, invece, riceve la pensione direttamente sul conto corrente, la potrà vedere sul proprio saldo il primo giorno bancabile del mese, ovvero il 1° dicembre 2021.

Ricordiamo altresì che, per i cittadini di età pari o superiore a 75 anni e che riscuotono la pensione in contanti è ammesso richiederne la consegna presso il proprio domicilio. A tal fine occorre, tuttavia, che il pensionato stesso deleghi per il ritiro e la consegna i Carabinieri.

Tredicesima e gratifica natalizia

Così  sarà possibile andare a ritirare la propria pensione in posta a partire dal 25 novembre 2021. In aggiunta all’importo dell’assegno pensionistico però, si evidenzia, che per il mese di dicembre i pensionati regolari riceveranno anche la tredicesima mentre chi riceve la pensione minima, avrà un importo aggiuntivo, ovvero la gratifica natalizia. La quota prevista per il 2021 è pari a 154,84 euro.

La tredicesima è una mensilità extra rispetto alla retribuzione mensile del lavoratore, accreditata al dipendente in occasione dell’arrivo delle Feste di Natale. I soldi compresi nella tredicesima, così come quelli contenuti nella quattordicesima, vengono definiti “retribuzioni differite“. L’importo infatti viene maturato ogni mese dal lavoratore dipendente, ma viene offerto dal datore di lavoro nel mese di dicembre, sotto forma di mensilità extra.

La tredicesima è prevista per tutti i lavoratori con contratto di lavoro subordinato, tra cui anche colf e badanti. La tredicesima spetta anche ai pensionati, indipendentemente dalla natura dell’assegno pensionistico.