Pelosi lascia Taiwan. Ecco cosa é successo durante la sua visita

3 Agosto 2022, di Aleksandra Georgieva

La presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha incontrato il presidente di Taiwan Tsai Ing-wen e il parlamento del paese in una visita ad alto rischio che ha scatenato l’ira di Pechino.

La speaker della Camera degli Stati Uniti si sta avviando verso l’aeroporto di Taipei dopo una permanenza di circa 24 ore. Durante l’incontro a Taipei, Pelosi ha ribadito il sostegno degli Stati Uniti ai valori democratici e ha enfatizzato l’impegno del paese per la sicurezza nello stretto di Taiwan e la regione indo-pacifica. Gli incontri di alto profilo hanno posto le basi per ulteriori tensioni con la Cina, che considera Taiwan un suo territorio.

“La presidente della Camera, Pelosi è davvero uno degli amici più devoti di Taiwan“, ha detto Tsai durante la cerimonia per conferire a Pelosi una medaglia, “l’Ordine delle nubi propizie con lo speciale Gran Cordone.” “Siamo veramente grati per aver fatto questa visita a Taiwan per mostrare il fermo sostegno del Congresso degli Stati Uniti a Taiwan” ha proseguito Tsai. La medaglia che ha ricevuto Pelosi viene normalmente assegnata ai cittadini taiwanesi per i servizi alla società, ma può anche essere assegnata a “stranieri che promuovono le relazioni diplomatiche”, secondo la legge taiwanese. Inoltre la Tsai ha anche promesso di approfondire la cooperazione economica e la resilienza della catena di approvvigionamento con gli Stati Uniti. Da parte sua, Pelosi ha affermato di essere impegnata a sostenere la pace globale e un’ulteriore collaborazione economica con Taiwan. La storia di Taiwan è fonte di ispirazione per le persone che amano la libertà negli Stati Uniti e in tutto il mondo”, ha detto Pelosi.

La visita di Pelosi é un errore, dicono gli analisti

Esperti politici hanno descritto la visita come un errore politico, che potrebbe intensificare le tensioni tra Cina e gli Stati Uniti inutilmente.

“Il conflitto tra Cina e gli Stati Uniti si sta intensificando e si sta intensificando a un ritmo rapido. La Cina non farà alcun passo sconsiderato […] ma questo tipo di confronto potrebbe innescare uno sfortunato incidente”, ha detto mercoledì il senior fellow della Yale University Stephen Roach ai media americani.

Anche l’ex ambasciatore degli Stati Uniti in Cina Max Baucus ha bocciato la visita di Pelosi a Taiwan: La visita della speaker Pelosi a Taiwan aumenta le tensioni e inutilmente. Penso che sia pericoloso e sconsiderato”.

L’ira di Pechino

Poco dopo l’arrivo della speaker Pelosi a Taipei, i diplomatici cinesi hanno affermato che il suo viaggio “mina seriamente” la sovranità di Pechino, mantenendo un crescente battito di rabbia in Cina verso gli Stati Uniti. Ricordiamo che il Dragone aveva avvertito nelle scorse settimane la speaker Pelosi di non fare la tappa sull’isola contesa, che Pechino considera territorio proprio.

Le autorità di Pechino si sono mosse per vietare le importazioni di vari beni da Taiwan, inclusi dolci e biscotti taiwanesi. Inoltre ha anche sospeso le importazioni di pompelmo, limone, arancia e alcuni altri agrumi ma soprattutto le esportazioni di sabbia, che serve per la produzione di semiconduttori.

Mentre l’esercito cinese ha iniziato delle esercitazioni nelle acque limitrofe dell’isola di Taiwan. Un’agenzia di stampa statale ha avvertito navi e aerei di allontanarsi per “motivi di sicurezza”.

La visita di Pelosi a Taiwan la rende il funzionario statunitense di grado più alto a visitare il paese in 25 anni, attirando l’attenzione e l’ira della Cina che ha definito la mossa “una violazione  e un’interferenza negli affari interni del paese“.