PdL allunga, M5S in calo

5 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Gli innumerevoli guai giudiziari non impediscono al leader del PdL Silvio Berlusconi di guadagnare terreno nei sondaggi.

Secondo le intenzioni di voto delle 1.500 persone interpellate da SWG tra il 2 e il 3 luglio, la coalizione di centro destra è salita al 37,3%, forte di un aumento dei consensi dell’1,2% in una sola settimana.

Il gap di vantaggio si è così ampliato a quattro punti contro i 2,9 della settimana prima. Il Pd e i suoi alleati si sono infatti fermati al 33,3%, dopo il 33,2% del periodo precedente.

Tra i singoli partiti, quello Democratico accusa il calo maggiore (-1,6%), ma la coalizione viene tenuta a galla dall’incremento dei consensi nei confronti di Sel di Nichi Vendola (+1,1%). Non casualmente, partito all’opposizione.

Ancora in calo Monti, che evidentemente paga ancora la precedente esperienza di governo, e il MoVimento 5 Stelle. Il gruppo fondato da Casaleggio e Grillo verebbe votato dal 17,3% del campione intervistato, contro il 18,1% della settimana prima.

Il partito di Centro Lista Civica e i suoi alleati si sono attestati al 6,3% in flessione dal 6,6% della settimana precedente, che sono stati pubblicati il 28 giugno durante la trasmissione Agorà, su RaiTre.