Ottimista l’Europa in compagnia dei futures Usa

13 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si rafforzano le principali borse europee sul finire della mattinata, grazie anche al buon umore mostrato dai futures sugli indici a stelle e strisce in vista di nuove misure a sostegno dell’economia. Dai verbali dell’ultima riunione del Federal Open Market Committee, pubblicati ieri in serata, è emersa la possibilità di un ulteriore aiuto per agevolare la ripresa economica. L’idea del FOMC è che l’economia statunitense abbia bisogno di nuove immissioni di liquidità e nuove misure di allentamento monetario, tra cui l’acquisto di Treasury. La motivazione è che la ripresa economica abbia subito un rallentamento, basti pensare alla disoccupazione che ancora rimane a livelli elevati. Buone notizie sono giunte dall’Europa, con la crescita ad agosto della produzione industriale dell’1% rispetto al +0,1% di luglio. Su base annua la produzione mostra un incremento al 7,9% dopo il +7,2% del mese precedente. S’inasprisce la questione valutaria tra Cina e Usa: le riserve del Dragone in valuta straniera hanno raggiunto la cifra record di 2.648 miliardi di dollari alla fine di settembre. Nel frattempo l’euro rialza la testa contro il dollaro avvicinandosi agli 1,40 usd. Attorno alle 12.00, Bruxelles mostra un vantaggio dell’1,22%, Parigi un rialzo dell’1,49%, Amsterdam un incremento dell’1,50% e Zurigo un +1,15%. Segno più anche per Francoforte +1,42%, Londra +1,26% e Madrid +1,22%. A livello settoriale bene le risorse di base e i tech, questi ultimi sui conti migliori delle attese di Intel e sulle vendite di Asml.