Oracle ingaggia ex CEO di HP, titolo decolla

7 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Mark Hurd ritrova casa a soli 32 giorni dall’addio a Hewlett Packard in scia ad un presunto scandalo a sfondo sessuale. L’ex CEO del colosso dei pc, che tanto fece in HP nel dopo-Fiorina, è stato ingaggiato niente di meno che da Oracle, il gigante dei software, per ricoprire la carica di co-presidente. Il top manager era stato al centro di una sorta di sexygate per accuse di molestie sessuali mosse da una ex collaboratrice ed era stato inoltre indagato per aver gonfiato alcune note spesa per coprire una relazione intima. Da rilevare che la stessa HP aveva affermato che Mark Hurd non era colpevole per quanto riguarda le accuse sessuali, ma solo per aver violato le norme di condotta aziendale. Il mercato accoglie più che bene la nuova assunzione di Oracle, che sta segnando al Nasdaq un balzo del 6,98%.