Ocse: Italia, solo il suo Pil fa peggio del Giappone

6 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Parigi – Nel primo trimestre 2011, tra i Paesi del G7 solo il Giappone, con un Pil in contrazione dello 0,9%, e’ cresciuto meno dell’Italia, ferma a una crescita dello 0,1%. E’ quanto emerge dai dati diffusi dall’Ocse.

Sul risultato, sottolinea l’organizzazione, pesa un ”significativo” effetto di riduzione degli stock (-0,3%), che ha limitato l’impatto sulla crescita legato a un incremento delle esportazioni nette (+0,2%).

Il dato italiano e’ largamente inferiore a quelli di Gran Bretagna (+0,5%), Francia (+0,9%) e soprattutto Germania, che con una crescita trimestrale dell’1,5% si conferma al primo posto tra i sette grandi per ritmo di espansione, grazie in particolare a un buon livello di investimento. Complessivamente, nell’area Ocse il Pil e’ cresciuto dello 0,5% nel primo quarto dell’anno. Il principale fattore di crescita resta il consumo privato, nonostante abbia registrato una ”marcata contrazione” in quasi tutti i Paesi.