Ocse: divario salariale aumenterà progressivamente da qui al 2060

3 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Tra oggi e il 2060, secondo un rapporto dell’OCSE, l’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, la crescita economica dovrebbe aumentare facendo aumentare anche la disuguaglianza salariale globale.

La relazione sottolinea che l’ampliamento divario di reddito ha contribuito alla crescente disuguaglianza negli ultimi decenni: “L’aumento delle disuguaglianze minacciano la crescita, in particolare bloccando opportunità economiche”, riporta il comunicato stampa. Potrebbe crescere quindi tra il 17-40% entro il 2060.

Secondo il rapporto, la crescita del PIL mondiale dovrebbe portare ad un tasso medio annuo del 2,7% tra il 2030 e il 2060. Questi dati sono molto inferiori alla crescita media annua del 3,6% che dovrebbe avvenire invece tra il 2014 e il 2030. La causa sono gli aumenti più lenti di stock di capitale umano e la contrazione della forze di lavoro.

In conclusione si sostiene che ci dovranno essere cambiamenti significativi nella politica per aiutare i lavoratori ad apprendere competenze chiave al fine di ridurre le disuguaglianze. Senza questi cambiamenti i paesi dell’OCSE vedranno livelli di disuguaglianza simili a quelli che abbiamo oggi negli Stati Uniti.