Ocse: cresce Pil con Germania, Italia in coda

18 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Prodotto Interno Lordo dei Paesi dell’area OCSE è cresciuto nel secondo trimestre dell’anno dello 0,7% come il trimestre precedente. Lo riferisce l’OCSE precisando che su anno si è registrata una variazione positiva del 2,8%. L’Ocse sottolinea che a trainare l’aumento ha contribuito la forte espansione del 2,2% dell’economia della Germania, il tasso di crescita trimestrale più elevato dalla riunificazione. Decisa accelerazione del Pil anche in Gran Bretagna (+1,1%) rispetto al +0,3% del trimestre precedente. Si colloca in coda invece l’Italia che nel secondo triemstre mostra un +0,4% come nei primi tre mesi dell’anno mentre su base annuale il Pil del Bel Paese evidenzia un +1,1 da +0,5%. Rallentano poi l’economia americana e quella giapponese. Per gli Stati Uniti nel secondo trimestre la crescita si attesta allo 0,6% (+0,9% il trimestre precedente) mentre l’economia nipponica registra una timida variazione positiva (+0,1%) dopo due trimestri più che robusti: +1,1% nel 1° trimestre 2010 e +1% nel 4° trimestre 2009.