Occupy Wall Street compra 15 milioni di debito privato Usa

13 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Torna a far parlare di sé Occupy Wall Street. Il movimento di contestazione pacifica, nato nel settembre di due anni fa, per denunciare gli abusi del capitalismo finanziario, ha fatto sapere di aver “acquistato” 14,7 milioni di dollari di debito privato degli americani come parte del progetto Rolling Jubilee.

Tramite il sistema del crowdfunding, il movimento ha finora raccolto oltre 600 mila dollari e dice di averne spesi 400 mila per abbattere i debiti accumulati da 2.693 americani con il sistema sanitario americano. “Consideratelo come un piano di salvataggio del 99 per cento per il 99 per cento”, si legge in un post sul sito web del progetto.

Il progetto, lanciato il 15 novembre 2012, raccoglie fondi attraverso piccoli contributi individuali, e quindi utilizza i fondi per l’acquisto di debito insolvente da istituti di credito, o come in questo caso da ospedali o gruppi di medici. Va detto che nella maggior parte dei casi gli istituti di credito sono disposti a vendere a prezzi molto bassi, spesso per meno di cinque centesimi su un dollaro, per le scarse possibilità di vedersi restituire la somma.