Obbligo di indossare preservativi: pornostar fuggono da Los Angeles

8 Novembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – I produttori di film porno a Los Angeles minacciano di smettere di girare film dopo che è stato approvato un provvedimento che obbliga tutti gli attori di questo genere di indossare il preservativo durante le riprese, per proteggerli dalle malattie sessualmente trasmissibili, secondo quanto riportato da Bloomberg

“Non cambia assolutamente nulla”, dice Larry Flynt, editore di Hustler Magazine site SpankBang, “vorrà dire che gireremo alle Hawaii o in Messico oppure nel deserto”.

Misure B, questo il nome del provvedimento sponsorizzato dalla AIDS Healthcare Foundation, secondo Stuart Waldman, presidente dello Sherman Oaks, che rappresenta il business nella San Francisco Valley dove la maggior parte di film per adulti vengono girati, avrà “un effetto drammatico sul nostro settore”.

Secondo Steven Hirsch invece, fondatore della Vivid Entertainment Group che produce film hard, i registi inizieranno a girare a Las Vegas: “alla fine una soluzione si troverà, perché gli attori non vogliono essere costretti ad indossare preservativi e anche i produttori e il pubblico non lo vogliono”.