Nyse va in tilt, black out a Wall Street. Tutti voli United Airlines a terra

9 Luglio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Panico sul New York Stock Exchange, dove per più di tre ore sono stati sospesi gli scambi di tutti i titoli scambiati sul listino azionario. Un blackout tra i più imponenti della storia di Wall Street, che ha lasciato congelati gli ordini di trading buy e sell.

“Il mercato Nyse ha sospeso temporaneamenti i trading di tutti i simboli. Informazioni aggiuntive saranno rese note il prima possibile”, si legge nel comunicato emesso dal Nyse.

Il trading si è bloccato alle 11.30 ora di New York, provocando forti scossoni a Wall Street. I problemi tecnici hanno interessato il floor del Nyse, e lo stesso mercato ha reso noto che il blackout ha risparmiato le piattaforme Nyse Arca e Nyse Amex/Arca Options.

I problemi sono stati risolti apparentemente alle 15.30 ora di Wall Street. La Casa Bianca, vista la gravità della situazione, è stata costretta a intervenire. “Non ci sono indicazioni di un attacco doloso”, ha detto il portavoce Josh Earnest, sottolineando che la stessa Casa Bianca stava monitorando la situazione.

L’incidente ha portato i volumi di scambio sul floor del Nyse a scivolare a 444 milioni di scambi, circa la metà della media degli ultimi 30 giorni, pari a 861 milioni.

Ma in tilt sono andati anche tutti i voli dello United Airlines negli Usa. Fermi per un’ora e 21 minuti. Si sarebbe trattato di un problema al sito informatico. Non è finita qui, dal momento che anche il sito del Wall Street Journal è rimasto inaccessibile per parecchio tempo.

“Oops, 504! Something did not respond fast enough, that’s all we know”. Queste sono le poche parole in cui si sono imbattuti tutti coloro che alle 17.32 hanno cercato di accedere al sito.
(Lna)