Nuovo scandalo Facebook: milioni di password a rischio

22 Marzo 2019, di Alessandra Caparello

Cambiate le password: così da Facebook  consigliano agli utenti del social network creato da Mark Zuckerberg e di Instagram di cambiare le proprie credenziali.

Per un problema tecnico, giurano da Menlo Park, le password di centinaia di milioni di persone sono state archiviate in un formato perfettamente leggibile in documenti interni e chiunque in azienda avrebbe potuto vederle. Il problema si è verificato a gennaio, ed è stato risolto e nessuna password è stata esposta all’esterno e finora non è stato rilevato internamente alcun abuso o uso improprio.

Secondo fonti di Facebook che hanno parlato con il sito Krebsonsecurity, il problema riguarderebbe tra i 200 e i 600 milioni di utenti di Facebook. Incidenti simili erano già incorsi anche per Twitter nei mesi scorsi, ma non su scala così vasta come nel caso di Facebook. In ogni caso nessun “abuso” dei dati di accesso degli utenti è stato rilevato.

Per essere chiari, queste password non sono mai state visibili a nessuno al di fuori di Facebook e non abbiamo trovato alcuna prova fino ad oggi che qualcuno abbia abusato internamente o vi abbia fatto un accesso improprio.

Così in un post lo stesso Facebook che nonostante chiarisce che nessuna password sia stata esposta esternamente e non è stata trovata alcuna prova di abuso fino ad oggi, ricorda i passi da fare per mantenere sicuro il proprio account. Come? In primis occorre cambiare la password nelle impostazioni su Facebook e Instagram, scegliere password complesse e magari associare alla password un codice di sicurezza per verificare la propria identità.  Dopo l’attacco hacker di settembre 2018 a 50 milioni di profili, e la sanzione in arrivo dalla Federal Trade Commission per il caso Cambridge Analytica, un nuovo problema per Zuckerberg che deve fare i conti con un calo di fiducia di suoi utenti sempre più marcato.