Barnier avverte diplomatici Ue: “No deal scenario più probabile”

28 Marzo 2019, di Alberto Battaglia

Il responsabile Ue per i negoziati su Brexit, Michel Barnier, avrebbe invitato le diplomazie europee a prepararsi a un nuovo scenario base: l’uscita senza accordo da parte del Regno Unito. Lo rivela un retroscena pubblicato dal Guardian, secondo il quale Barnier, nel corso di un meeting di giovedì mattina (oggi), avrebbe detto ai diplomatici europei che la No Deal Brexit e “il risultato più probabile”. Per tale ragione l’Europa deve prepararsi a questo scenario su vasta scala. Il Guardian lo ha appreso da una nota privata di uno dei diplomatici presenti all’incontro. Appena il giorno prima, mercoledì, Barnier aveva dichiarato pubblicamente che “non è corretto dire che il no deal sia ora lo sbocco più probabile, è una possibilità, non ancora una probabilità”. Le ultime rivelazioni sembrano smentire la linea ufficiale finora trasmessa ai media.

Sempre secondo questa nota, i diplomatici avrebbero chiesto quali condizioni sarebbero da sottoporre al Regno Unito perché si possa essere concessa la riapertura del tavolo delle trattative. I funzionari hanno convenuto che prevedibilmente il Regno Unito tornerà al tavolo dei negoziati “molto presto”, per evitare i danni economici del No Deal. “L’Ue sta già discutendo su quale sia il loro prezzo per riaprire tali discussioni”, ha detto al Guardian un diplomatico.

L’articolo 50 potrà essere esteso fino al 22 maggio da parte dell’Unione Europea, se l’accordo di ritiro britannico dal blocco sarà ratificato dai Comuni entro questa settimana. In seguito al voto parlamentare di due giorni fa, la nuova data entro la quale Westminster dovrà prendere una decisione sull’accordo di recesso dall’Ue è quella del 12 aprile.