Wall Street sull’ottovolante, chiude settimana peggiore da maggio

22 Luglio 2019, di Mariangela Tessa

Wall Street ha chiuso la scorsa settimana, cominciata all’insegna dei record, col segno meno, registrando la performance peggiore da fine maggio. Ad avere pesato sull’umore degli investitori è stato il venire meno delle speranze in un taglio dei tassi di 50 punti base da parte della Federal Reserve nella riunione del 30 e 31 luglio prossimi. Nel frattempo, il presidente americano Donald Trump è tornato a twittare contro la Fed sperando che “non rovini” tutto.

Nella seduta di venerdì, il DJIA ha perso lo 0,25% a quota 27.154,20. L’S&P 500 ha ceduto lo 0,62% a quota 2.976,61. Il Nasdaq Composite ha lasciato sul terreno lo 0,74% a 8.146,49.

In settimana il Dow ha perso lo 0,6% e gli altri due indici l’1,2% circa. Il petrolio ad agosto a New York ha finito in aumento dello 0,6% a 55,63 dollari ma ha subito il calo settimanale peggiore da fine maggio (-7,6%).