Wall Street in rosso, tremano i big dell’hi-tech

4 Giugno 2019, di Mariangela Tessa

Chiusura in calo ieri a Wall Street per colpa dello spettro di inchieste delle autorità americane su quattro colossi tecnologici: Amazon, Apple, Facebook e Google. Di conseguenza il Nasdaq Composite è entrato in correzione, status definito da un calo di almeno il 10% dall’ultimo picco (che nel caso dell’indice tech fu raggiunto il 3 maggio scorso).

Intanto James Bullard, presidente della Fed di St. Louis, non esclude che un taglio dei tassi sia presto necessario. Il Nasdaq ha perso l’1,6% a 7.333. L’S&P 500 ha ceduto lo 0,28% a 2.744,45. Il Dow è salito dello 0,02% a quota 24.819,78. Il petrolio a luglio al Nymex è scivolato dello 0,5% a 53,25 dollari al barile.