Wall Street in rosso, deprime gelata su “fase due”

29 Aprile 2020, di Mariangela Tessa

Chiusura contrastata ieri a Wall Street. A pesare sugli indici è stato il dottor Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di malattie infettive nonché componente della task force della Casa Bianca sul coronavirus, che ha avvertito che è ‘inevitabile che avremo un ritorno del virus’ in autunno e ha chiesto di rallentare sulla riapertura dell’economia perché questo potrebbe provocare “un ritorno nella stessa situazione in cui ci trovavamo poche settimane fa”.

I mercati invece puntavano su una prossima riapertura dell’economia.

Il Djia ha perso 32,23 punti, lo 0,13%, a quota 24.101,55. L’S&P 500 ha ceduto 15,09 punti, lo 0,52%, a quota 2.863,39. Mentre il Nasdaq ha lasciato sul terreno 122,43 punti, l’1,40%, a quota 8.607,73.