Wall Street da record. Dow, giugno migliore dal 1938

1 Luglio 2019, di Mariangela Tessa

Giugno da incorniciare per Wall Street. Quello appena finito è stato il giugno migliore dal 1938 per il Dow Jones Industrial Average (+7,2%), dal 1955 per l’S&P 500 (+6,9%) e dal 2000 per il Nasdaq Composite (+7,4%).

Si tratta di un netto cambio di rotta da maggio, il peggiore dal 2010 durante il quale l’S&P 500 aveva ceduto il 6,6%. Per l’indice delle 30 blue chip, il primo semestre è terminato in rialzo del 14%.

Per il listino benchmark l’incremento del 17% ha permesso di archiviare i primi sei mesi dell’anno migliori dal 1997. Per l’indice tech il bilancio da inizio anno è pari a un incremento del 21%.

Nell’ultima seduta di giugno, quella di venerdì, il Dow è salito dello 0,28% a 26.599,96 punti. L’S&P 500 ha aggiunto lo 0,58% a quota 2.941,76. Il Nasdaq Composite ha guadagnato lo 0,48% a quota 8.006,24.