Wall Street contrastata, nubi su accordo Usa-Cina

28 Febbraio 2019, di Mariangela Tessa

Chiusura contrastata ieri per la Borsa di New York. Le attenzioni degli investitori sono state rivolte a tre audizioni in Congresso: quella del governatore della Fed, Jerome Powell, che ha detto che la Banca centrale sarà “paziente” sul rialzo dei tassi; quella del rappresentante al Commercio statunitense, Robert Lighthizer, sui negoziati tra Usa e Cina, che registrano “progressi reali”, anche se “molto resta da fare”.

Infine, l’audizione dell’ex avvocato del presidente Donald Trump, Michael Cohen, che ha detto di avere “sospetti, ma non prove” sulla collusione tra il suo ex capo, o la sua campagna elettorale, e la Russia.

Nel finale, l’indice Dow Jones perde lo 0,28% a 25.985,57 punti, il Nasdaq sale dello 0,07% a 7.554,51 punti, mentre lo S&P 500 cede lo 0,06% a quota 2.792,34 punti.