Wall Street attendista, focus su Apple. Nota stonata da mercato immobiliare Usa

30 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

Wall Street debole, con Nasdaq Composite +0,08% a 5.236 circa; Dow Jones -0,08% a 18.488 punti, e S&P +0,01% a 2.180 punti.

Protagonista indiscussa della seduta di Wall Street è indubbiamente Apple, dopo la maxi stangata fiscale arrivata dall’Ue, che la obbliga a pagare 13 miliardi di euro all’Irlanda. Il titolo segna un calo dello 0,67%, a $106,11, comunque decisamente limitato rispetto al -3% durante le contrattazioni del pre-mercato.

Occhio anche alle ultime notizie arrivate dal fronte macro che hanno visto in primo piano le condizioni di salute del mercato immobiliare Usa, con la pubblicazione dell’indice S&P CoreLogic Case-Shiller – che monitora i prezzi delle 20 principali città metropolitane Usa – che ha riportato un guadagno +0,8% su base mensile e +5,1% su base annua.

Tuttavia effettuando gli opportuni aggiustamenti, su base mensile il trend dell’indice è stato di un calo dello 0,1%, a fronte di un rialzo su base annua che, sebbene pari al 5,1%, è comunque in rallentamento rispetto al 5,3% di maggio, e rappresenta anche il quinto mese consecutivo in cui su base annua l’indice si è confermato piatto o anche in flessione. Lo stesso indice è inoltre in calo -8,1% dal record testato nel 2006, anche se comunque in rialzo +41,6% dal fondo testato nel 2012.