Usa: PMI servizi si contrae meno del previsto, indice ISM ai massimi dal 1997

3 Ottobre 2018, di Daniele Chicca

L’indice PMI dei servizi americani si è contratto a quota 53,5 punti a settembre, meno del previsto. Le attese erano per un valore pari a 53 dopo i 54,5 di agosto. La lettura preliminare parlava di un punteggio più basso, pari a 52,9 punti. Il computo per l’indice PMI composito è dunque di 53,9 punti, un livello superiore ai 53,4 del mese precedente.

Anche l’indice ISM del settore non manifatturiero statunitense ha fatto meglio delle attese riportando un incremento inaspettato. In settembre l’ISM del terziario ha registrato il risultato più positivo dal 1997. L’attività dei servizi si è attestata a 61,6 punti, in rialzo dai 58,5 del mese precedente. Le attese erano per un punteggio di 58 punti.