USA: parla arabo e viene fatto scendere dall’aereo

18 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Costretto a scendere dall’aereo perché al telefono poco prima del decollo aveva parlato in arabo. È accaduto a Khairuldeen Makhzoomi, ricercatore 26enne a Berkeley, Università della California, che a bordo di un volo della Southwest Airlines, poco prima del decollo dall’aeroporto internazionale di Los Angeles, ha parlato al telefono in arabo, destando i sospetti della passeggera seduta al suo fianco.

“Ho partecipato alle Nazioni unite ad un convegno e al discorso del segretario generale Ban Ki-moon. Ero molto emozionato e allora ho chiamato mio zio per raccontarglielo”.

Così ha spiegato il giovane ricercatore quando l‘assistente di bordo si è avvicinato a lui per invitarlo a scendere, “trattandolo come un animale”.