Usa: nuovi cantieri -3,8%. Sale indice alla produzione

17 Febbraio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Nel mese di gennaio, il dato che misura l’avvio di nuovi cantieri ha riportato una flessione -3,8% a 1,099 milioni di unità, sulla scia delle tempeste di neve che hanno colpito soprattutto il Nordest degli Stati Uniti. L’indicatore è stato peggiore delle attese, dal momento che gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un dato a 1,17 milioni di unità.

Rivisti al ribasso i dati di dicembre, con nuovi cantieri che si sono attestati a 1,143 milioni di unità, contro le 1,15 milioni di unità inizialmente rese note.

Reso noto dal fronte macroeconomico Usa anche l’indice dei prezzi alla produzione, che è salito +0,1% a gennaio, meglio delle attese. Gli economisti avevano previsto una flessione -0,2%.

Il dato core, ovvero l’indice depurato dalle componenti più volatili rappresentate dai prezzi dei beni alimentari ed energetici, è salito +0,2% a gennaio su base mensile e +0,8% su base annua.