Usa, Mnuchin: “ottimista su accordo per impedire escalation dazi con la Cina”

26 Marzo 2018, di Daniele Chicca

Il Segretario di Stato americano è ottimista sulla possibilità di stringere un accordo con la Cina per impedire una escalation delle tensioni commerciali tra le due maggiori economie al mondo. Un’intesa renderebbe non necessaria l’imposizione, come promesso dal presidente Donald Trump, di altri dazi sui beni nei settori più disparati per un valore complessivo di 50 miliardi di dollari. Lo ha spiegato domenica a Fox News Steve Mnunchin. Gli analisti interpellati dall’agenzia di stampa del mondo economico e finanziario Bloomberg si dicono preoccupati per il nuovo regime ad alta volatilità e volumi ampi.

In questo momento non c’è ancora stato un grande impatto sulle piattaforme di trading dall’ondata di protezionismo vista negli ultimi giorni con Usa e Cina che minacciano di imporre nuovi dazi sulle importazioni. Se più avanti le tensioni dovessero continuare, allora diventerebbero un problema per i mercati, secondo gli esperti che vedono “guai seri per le Borse”. Una guerra commerciale sarebbe una seria minaccia per il PIL globale.