Usa, indice dei prezzi al consumo rimane invariato a settembre

10 Ottobre 2019, di Alberto Battaglia

L’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti è rimasto invariato nel mese di settembre, dopo lieve avanzamento dello 0,1% su base mensile nel mese di agosto; lo ha comunicato oggi il Dipartimento del lavoro Usa. Si tratta del dato più debole dallo scorso gennaio, giustificato in particolare dai ribassi nei prezzi di energia e auto usate; crescono invece i costi per affitti e alimenti. In risultato è peraltro inferiore alle attese degli analisti sondati da Reuters, che si aspettavano un incremento congiunturale dei prezzi pari allo 0,1%. Nei 12 mesi a settembre 2019 l’inflazione Cpi è aumentata dell’1,7%, lo stesso valore segnato nel confronto annuo del mese precedente.

L’indice dei prezzi al consumo core, che esclude le componenti più volatili del paniere ha sperimentato una variazione su base annua del 2,4%, in linea con il dato di agosto.