Usa: creati meno posti di lavoro del previsto, disoccupazione al 4,4%

1 Settembre 2017, di Daniele Chicca

Gli Stati Uniti hanno creato 156 mila posti di lavoro in agosto nel settore non agricolo, meno del previsto, con il tasso di disoccupazione che si è attestato al 4,4%, in crescita dal 4,3% di luglio. Riviste al ribasso le cifre di luglio, con il governo che ha comunicato che sono stati aggiunti 189 mila posti e non 209 mila come precedentemente reso noto. Anche i dati di giugno sono stati ritoccati al ribasso a +210 mila da +231 mila posti di lavoro.

Gli economisti interpellati da MarketWatch si aspettavano una variazione positiva di 170mila posti di lavoro. I salari sono aumentati di 3 centesimi a una media di 26,39 dollari l’ora. La paga oraria è aumentata invece del 2,5% su base annuale, una percentuale invariata rispetto al mese precedente. Le ore lavorative alla settimana sono scese di 0,1 ore a 34,4. I mercati azionari sono scesi dai massimi di seduta, con i future sui principali indici della Borsa Usa che scambiano in progresso di circa lo 0,2% quando manca meno di un’ora all’avvio delle contrattazioni. Sul Forex il dollaro Usa paga dazio e cede mezzo punto percentuale.