Usa: brutte notizie per mercato edilizio, nuovi cantieri -8,8% a marzo

19 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Notizie no dal mercato edilizio Usa. Nel mese di marzo, il dato relativo all’avvio dei nuovi cantieri è scivolato -8,8%, ben peggio della flessione -1,1% attesa. L’indicatore è stato peggiore delle attese al ritmo più forte dal febbraio del 2015, causa il tracollo delle costruzioni di unità monofamiliari (-9,2%), ma anche pluri-familiari (-7,9%).

Ancora peggio, i permessi per le costruzioni sono calati di -7,7%, contro l’aumento atteso dal consensus, pari a +2%: si è trattato del secondo ribasso, su base mensile, più forte dal gennaio del 2011.

Le indicazioni non promettono bene per il mercato immobiliare Usa.

Il calo più forte è stato sofferto nella costa occidentale, con l’avvio di nuovi cantieri capitolato -16%, sulla scia del crollo -26,9% su base mensile delle costruzioni di unità monofamiliari.