United Airlines, passeggero trascinato con la forza fuori da un aereo: titolo giù

12 Aprile 2017, di Daniele Chicca

A nulla sono servite le scuse del Ceo della compagnia area United Airlines, Oscar Munoz. Il video del trattamento riservato domenica scorsa a un passeggero, trascinato fuori da un volo con la forza dopo che si era rifiutato di collaborare una volta che gli era stato comunicato di andarsene, ha fatto il giro dei social media, provocando l’indignazione di molti internauti e causando ripercussioni in Borsa. “Nessuno dovrebbe mai essere maltrattato in questa maniera”, ha detto Munoz, definendo l’episodio “veramente raccapricciante”.

Il titolo del gruppo americano ha perso anche più del 6% a $67,03 nel precorsa e di anche il -4,4% durante gli scambi odierni, prima di contenere le perdite e chiudere in calo dell’1,1% a $70,71 alla Borsa di New York. Il passeggero, di origini asiatiche, aveva regolarmente comprato il biglietto per la rotta Chicago-Louisville, ma è stato aggredito dagli agenti di sicurezza dell’aeroporto di Chicago e costretto ad abbandonare l’aereo per via di un overbooking. Sul Twitter cinese Sina Weibo l’hashtag #UnitedForcesPassengerOffPlane è stato il topic più popolare con più di 270 milioni di visite nel paese.

“L’incidente occorso sul volo United 3411 non rispetta le nostre procedure abituali e le azioni del poliziotto  non sono evidentemente tollerata dai nostri servizi”, ha dichiarato a Time un porta voce del Dipartimento dell’Aviazione di Chicago.