Unicredit (-2,5%) e Bper guidano caduta banche Ftse Mib, crescono timori frenata economia

17 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

Male oggi le banche del Ftse Mib con Unicredit e Bper che viaggiano nelle retrovie con ribassi superiori al 2,5 per cento. Calo marcato anche per Banco BPM (-1,4%) nonostante KBW abbia alzato il rating a market perform. Intesa Sanpaolo è quella che limita di più i danni cedendo l’1,7% circa.

A pesare sul sentiment di mercato e sulle banche c’è il nuovo picco mondiale di infezioni da COVID-19 guidato dalla variante Delta e il suo potenziale impatto sull’economia globale. La preoccupazione degli investitori si sta quindi spostando dall’inflazione alla crescita a livello globale. Di riflesso sul’obbligazionario va in scena la discesa dei rendimenti di Bund e Treasury Usa. Attesa oggi per il dato sulle vendite al dettaglio Usa che potrebbe confermare il rallentamento dello slancio economico. Focus anche sul discorso di Powell (Fed).

Intanto, sul fronte interno, prosegue il negoziato di Unicredit con il Tesoro per rilevare la parte commerciale di MPS. Un’offerta sul tavolo del Tesoro non è ancora arrivata, ma in questa fase prosegue e si lavora alla due diligence che potrebbe concludersi già a fine mese. Secondo quanto anticipato da “Il Corriere della Sera” entro questa settimana il ceo Andrea Orcel potrebbe avere tra le mani il primo rapporto sull’operazione. Uno dei nodi nella trattativa con il Governo resta quello degli esuberi.