UK, Hermes: nel 2020 breve fase di recessione post-Brexit

13 Dicembre 2019, di Alessandra Caparello

Con l’impennata della sterlina, i titoli del Regno Unito hanno risposto positivamente, così come utilities e telecomunicazioni che hanno registrato un sell off dinanzi alla prospettiva di una riforma del lavoro e di nazionalizzazioni.

Così Louise Dudley, Global Equities Portfolio Manager, Hermes Investment Management commenta i risultati delle elezioni in UK.

Il risultato market-friendly, sebbene positivo sia per il listino FTSE100 che per il 250, non è altrettanto promettente per alcuni titoli internazionali come quelli legati al settore estrattivo e le blue chip. Guardando al 2020, le revisioni sono state positive in quanto è venuta meno una dose di incertezza. Tuttavia, le aspettative per il 2021 sono diminuite, in quanto l’economia potrebbe subire una breve fase di recessione post-Brexit dopo le cifre deludenti registrate in settimana dal PIL del Regno Unito