Ue: taglio stima PIL Eurozona a 1,7% nel 2016. Nel 2017 +1,9%

4 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – Tagliata la stima del PIL dell’eurozona nel 2016 a 1,7% A renderlo noto la Commissione europea che segnala come l’economia dell’area stia per entrare comunque nel suo quarto anno di ripresa. Per il 2017 si prevede una ripresa a un tasso +1,9%.

“L’espansione dell’attività continuerà ad un ritmo moderato guidata principalmente dai consumi”.

La revisione al ribasso è stata motivata con l’indebolimento della Cina, la crisi dei migranti e il suo impatto sulla crescita. Il vice presidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, ha avvertito in particolare che:

“La crescita moderata dell’Europa continua a far fronte a un aumento degli ostacoli, a partire dalla minor crescita dei mercati emergenti come nel caso della Cina, fino al debole commercio globale e alle tensioni geopolitiche nei paesi vicini all’Europa”.