Ue: “Italia a rischio inadempienza regole Patto di stabilità. Deviazione significativa”

16 Novembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Arriva il verdetto dell’Unione europea sulla legge di bilancio dell’Italia. Bruxelles fa notare che l’Italia fa parte di quei sei paesi dell’Ue che, secondo la Commissione europea, “sono a rischio di inadempienza” delle regole contenute all’interno del Patto di stabilità e crescita, per i piani di bilancio che sono relativi al 2017.

Oltre all’Italia, gli altri stati a rischio inadempienza sono Belgio, Cipro, Lituania, Slovenia e Finlandia.

La Commissione europea, in un parere, afferma che i piani di bilancio mostrano una “deviazione significativa” rispetto agli obiettivi previsti in precedenza riguardo al risanamento dei conti pubblici.

In particolare, il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, durante la presentazione dei pareri Ue sui piani di bilancio 2017, riferendosi a Italia e Belgio, sottoposte “braccio preventivo” del patto di stabilità e di crescita, afferma che a breve la Commissione “tornerà” con l’invio di report ad hoc.