Ubp: cambio politica monetaria Bce nella seconda metà del 2017

20 Aprile 2017, di Alberto Battaglia

Riportare alla normalità il bilancio della Bce potrebbe rivelarsi un’operazione poco agevole, eppure la prospettiva di miglioramento economico nell’Eurozona e la ripresa dell’inflazione avvicina il momento in cui tale scenario potrebbe arrivare all’ordine del giorno. A sostenerlo è Norman Villamin, Cio Private Banking presso UBP:

“Al di là delle elezioni in Europa, c’è anche un altro rischio all’orizzonte. Si tratta del cambiamento della politica monetaria che ci aspettiamo sarà effettuata da parte della Banca Centrale Europea nella seconda metà dell’anno. Con la crescita che migliora, la Bce è pronta ad avviare il tapering e ciò dovrebbe portare a un aumento della volatilità dei tassi d’interesse nei prossimi mesi.

All’interno dei portafogli siamo già posizionati su una duration corta, ma ci aspettiamo di fare uno spostamento maggiore verso strategie non direzionali, market-neutral e risk-premium, per proteggere ulteriormente i portafogli dallo scenario di rialzo dei tassi d’interesse che si profila per il 2018″.