Ubi Banca su good bank: ok acquisto se interesse azionisti, ma no salvataggio

3 Ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

L’acquisto di tre delle quatto good bank nate con il risanamento delle quattro bad bank salvate dallo Stato attraverso la tristemente nota operazione di bail-in in Italia – ovvero CariChieti, CariFerrara, Banca Marche, Banca Etruria – non è scontata. Parola di Andrea Moltrasio, presidente del CDS di Ubi Banca.

Parlando a margine dell’assemblea di Confindustria Bergamo, Moltrasio ha detto:

“Non lo so, non dipende solo da noi. Porto in consiglio la questione dell’acquisizione delle banche, solo quando è in grado creare valore per la nostra base di azionisti. Purtroppo nella nostra mission non abbiamo il salvataggio che quindi deve essere fatto in altro modo”.

Ancora:

“Su questo siamo estremamente rigorosi, nel senso che se possiamo dare una mano al sistema dal punto di vista organizzativo e industriale nell’interesse dei nostri azionisti lo facciamo”, ma “non siamo nelle condizioni di fare salvataggi, perché siamo una banca interregionale che abbiamo tenuta solida durante la crisi”.

Sul vertice straordinario sulle banche convocato dal Mef dal ministro delle finanze Pier Carlo Padoan, Moltrasio ha detto:

“Ci andrà il nostro consigliere delegato Victor Massiah“.