Ubs: utili in forte rialzo. Ma banca lancia alert su economia e volatilità

3 Novembre 2015, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – In forte crescita gli utili netti di UBS, che sono saliti a $2,1 miliardi di franchi svizzeri nel terzo trimestre. Contestualmente alla comunicazione del bilancio,  banca svizzera ha lanciato un allarme sull’economia globale, affermando che è improbabile che le diverse sfide presenti nel contesto mondiale possano essere risolte in un futuro vicino.

La crescita degli utili è stata notevole su base annuale, se si considera che nello stesso periodo dell’anno scorso i profitti si erano attestati a 762 milioni di franchi.  A incidere positivamente, l’impatto di un credito di imposta che, su base netta, è stato  pari a 1,3 miliardi di franchi. I risultati dello scorso anno avevano dovuto fare i conti, inoltri, con forti oneri legati ai tassi di cambio.

In un comunicato che è stato diramato insieme al bilancio, la banca ha avvertito che molte  delle”sfide del contesto macroeconomico di cui abbiamo parlato nei trimestri precedenti permangono, ed è improbabile che vengano risolte nel futuro prevedibile”.

Ancora, “I cambiamenti recentemente proposti in Svizzera, sulla regolamentazione delle banche too-big-to fail, provocheranno diversi costi sul fronte degli interessi per la banca”.

Sergio Ermotti, AD della banca, ha poi avvertito che la volatilità a cui i mercati hanno dovuto far fronte nel 2015 dovrebbe proseguire. “La volatilità estrema e i cambiamenti estremi nel sentiment dei clienti” implicano che è difficile prevedere quello che accadrà in questo trimestre.