Ttip: Confartigianato, appello a Renzi: faccia pressing per il “Made In”

28 Giugno 2016, di Laura Naka Antonelli

Il premier Matteo Renzi dovrebbe fare pressing sull’Unione europea affinché sui prodotti venga apposta una indicazione obbligatoria sulla loro provenienza, il cosidetto “Made In”. L’appello arrica da Giorgio Merletti, presidente di Confartigianato, che parla dei rischi del trattato TTIP.

“E’ indispensabile in questa fase cruciale delle trattative sul libero scambio commerciale tra Europa e Stati Uniti che la miglior difesa dai rischi del Ttip consista nel regolare e valorizzare la qualità dei prodotti. E allora, cosa aspetta l’Unione europea ad approvare l’indicazione obbligatoria dell’origine dei prodotti, il cosiddetto Made in?”.

Merletti parla in occasione dell’assemblea annuale di Confartigianato.

“Al Governo italiano e ai nostri Europarlamentari chiediamo un impegno straordinario presso le istituzioni di Bruxelles e Strasburgo per la rapida approvazione del Made in. Perché sono in gioco il futuro delle imprese ed il diritto dei consumatori a una corretta informazione sull’origine dei prodotti, oltre alla lotta contro il grave fenomeno della contraffazione, che distrugge imprese e occupazione e colpisce proprio i settori di punta del Made in Italy”.